Visitare Villa Baglioni

Villa Baglioni
Villa Baglioni, attuale sede municipale, venne costruita probabilmente nella prima metà del Seicento per conto della famiglia Pegolotto, passò poi per asse ereditario alla famiglia Lombardo. Nel 1718 fu acquistata, nelle forme in cui il celebre vedutista friulano Luca Carlevarijs la dipinse intorno al 1720, da Giambattista Baglioni, membro di una ricchissima famiglia di stampatori e librai che si unì al patriziato veneziano nel 1716 dopo aver versato una notevole somma di denaro alla Repubblica di Venezia. Il nuovo proprietario la ingrandì e la portò alle forme attuali, abbellendola con lo stupendo ciclo ad affresco narrante il "Mito di Fetonte", opera di Giambattista Tiepolo. In seguito, nel 1759, furono poste le decorazioni a stucco e ad affresco al pianterreno, opera di Antonio Zucchi. L’oratorio della villa ospita tre statue di Gian Maria Morlaiter. La parte centrale della villa e la barchessa di sinistra furono  acquistate nel 1929 dall’Amministrazione Comunale; la barchessa di destra è invece proprietà privata e adibita ad abitazione. Nel 1954, dopo la fine del secondo conflitto mondiale che nel 1944 vide il massacro di oltre 30 Massanzaghesi, venne effettuato il primo restauro della villa. Dichiarata non più agibile nel 1960, si decide di affrontarne l’oneroso restauro conservativo, così già tra il 1992 e il 1995 venne completata la parte centrale, a cui fa seguito il restauro e la ricostruzione dell’ala est e il recupero filologico del parco che ospita delle statue attribuite a Tommaso Bonazza e Orazio Marinali.
 
Villa Baglioni è di norma visitabile autonomamente compatibilmente con gli orari di apertura degli Uffici Comunali: dal Lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:30;
  • Martedì Mercoledì e Giovedì dalle ore 14:00 alle ore 18:00;
  • Sabato dalle ore 9:00 alle ore 12:30
Ulteriori aperture posso essere valutate e concordate di volta in volta, su specifica richiesta.
Nel rispetto degli orari indicati, le visite all’interno e all’esterno di Villa Baglioni sono riservate gratuitamente a tutti i cittadini di Massanzago, avuto riguardo agli aspetti di promozione e di valorizzazione del carattere storico-artistico, culturale e monumentale della sede municipale.
Hanno altresì diritto alla visita gratuita:
  • i visitatori di età inferiore agli anni 10;
  • i visitatori di età superiore agli anni 65;
  • le classi degli istituti scolastici pubblici e privati di ogni ordine e grado, italiani e stranieri;
  • gli studenti di tutte le Università italiane e straniere in visita di ricerca;
  • gli accompagnatori dei disabili non autosufficienti;
  • le guide turistiche regolarmente autorizzate all’esercizio della professione.
 Al di fuori dei casi indicati, le visite agli interni di Villa Baglioni sono da intendersi a pagamento come segue:
-  visitatori singoli: € 5,00 per persona;
-  gruppi oltre i 5 visitatori: € 3,00 per persona.

A causa dell’emergenza Covid-19 è obbligatorio essere muniti di green pass: per prenotazioni e informazioni rivolgersi all’Ufficio Cultura e Turismo 0495797001 int. 12 – cultura@comune.massanzago.pd.it
 
 
torna all'inizio del contenuto